CAPENA

Copyright © All Rights Reserved

Raccolta firme per Giardini sicuri

Sabato 13, ore 9°°/13°°

Piazza della Libertà

Domenica 14, ore 10°°/13°°

Piazza Santa Marta

RACCOLTA FIRME

 

PETIZIONE

 

SICUREZZA E RIQUALIFICAZIONE DEI GIARDINI E LUOGHI VERDI DI CAPENA

OBIETTIVO 500 FIRME

LA PETIZIONE CON LE FIRME RACCOLTE (OLTRE 200) E' STATA DEPOSITATA DAL CONS. GIOVANNI LANUTI, DURANTE I LAVORI DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 29 SETTEMBRE 2014 IN CONCOMITANZA CON L'APPROVAZIONE DEL "REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE E MANUTENZIONE DELLE AREE VERDI DI ARREDO URBANO TRAMITE L’ADOZIONE DI SPAZI VERDI E ROTATORIE"

 

PETIZIONE cittadina ai sensi dell’art. 44 dello Statuto del Comune di Capena.

 

 

Durante tutto l’anno, ma soprattutto durante la stagione estiva, l’unico punto “verde” di aggregazione a Capena, i cosi detti “giardinetti”, sono presi d’assalto (in senso buono) dai bambini (e non solo) che vi trascorrono intere giornate.

Il divertimento e le occasioni di socializzazione che questo luogo offre non deve, tuttavia, andare a scapito della sicurezza.

Effettuando una ricognizione sul nostro vasto territorio comunale, ci siamo resi conto che a Capena esistono altri “parchi”, alcuni attrezzati ed altri no, dove la frequentazione risulta scarsa o addirittura assente.

Sicuramente questo è dovuto al fatto che i giochi e le attrezzature ivi installate sono fatiscenti o addirittura che il luogo risulta chiuso, inaccessibile ai frequentatori.

Le cause degli incidenti che avvengono nei parchi giochi in molti casi sono da ricercarsi proprio in certe attrezzature da gioco obsolete ed installate moltissimi anni fa, mai controllate o senza una adeguata e regolare manutenzione.

Con questa Nostra PETIZIONE (ex art. 44 dello Statuto del Comune di Capena), vogliamo sensibilizzare l’Amministrazione Comunale affinché inizi un percorso di riqualificazione urbana del nostro Comune partendo, appunto, dal benessere dei BAMBINI.

Un Paese a misura di BAMBINO non può che migliorare la vita di tutti, ed iniziare dai basilari punti di aggregazione, infantile ed adulta, non può che far migliorare Capena.

Chiediamo, quindi, a gran voce, opere di recupero, valorizzazione e di riqualificazione degli spazi verdi e dei parchi gioco di Capena; chiediamo che vengano resi vivibili e praticabili anche per i diversamente abili; perché gli spazi verdi pubblici e i parchi gioco sono luogo d’incontro, di relazione, di confronto sia per i bambini che per le generazioni più grandi.

Sono quei luoghi che assolvono ad un grande servizio sociale poiché deputati al gioco ed alla crescita fisica ed intellettuale dei nostri figli, i posti in cui le esperienze e le storie di ognuno si incrociano e, mischiandosi alle altre, ne creano di nuove.

La Petizione, nello specifico, intende impegnare l’Amministrazione a:

 

1. mappare e censire tutte le aree verdi e parchi gioco del territorio di Capena segnalando i giochi e le attrezzature pericolosi e/o non a norma UNI EN 1176 – 1177;

2. rimuovere le strutture e i giochi pericolosi e non a norma e riparare quelli ancora recuperabili;

3. istituire un numero di cellulare c.d. ”salva parco” collegato con l’Ufficio Manutentivo, attivo almeno 10h su 24 (9-19), al quale inviare via SMS segnalazioni di richiesta di manutenzione e segnalazione di abusi;

4. istallare una segnaletica all’ingresso di tutti i parchi o aree verdi indicante:

-nome del parco o area verde;

-numero di telefono della Polizia Locale;

-numero di “sms salva parco”;

-in caso di presenza di giochi, l’età minima e massima dei bambini a cui l’area giochi è dedicata;

5. istituire un tavolo di consultazione cittadina per il recupero, la valorizzazione e la riqualificazione dei parchi e delle aree verdi, costituito da rappresentanti dell’Amministrazione e dai cittadini, anche in forma associata, affinché si giunga alla realizzazione di progetti partecipati, con l’obiettivo di impiegare al meglio le risorse economiche del Comune e dei cittadini secondo criteri di fattibilità, funzionalità e efficienza;

6. ideare un progetto scolastico per le scuole elementari e medie che analizzi e studi assieme ai ragazzi e ad una o più figure professionali competenti in materia, le possibilità di recupero dei parchi gioco situati nelle aree limitrofe a ciascun edificio scolastico in base alle reali esigenze e desideri dei ragazzi;

7. individuare almeno una area verde dedicata ai cani, animali anch’essi bisognosi di socialità;

8. delimitare fisicamente, attraverso staccionate o recinzioni, le aree giochi dalle circostanti aree e suddividerle per età di riferimento: 0-3 anni, 3-6 anni, 6-10/12 anni;

9. considerare la possibilità di dare in gestione le aree verdi e i parchi gioco ad associazioni di quartiere, sportive, culturali, ecc, oppure a soggetti privati che gestiscano per conto del Comune, che ne facciano richiesta oppure attraverso l’esperimento di una gara pubblica.

 

Infine, l’intento che si pone la presente PETIZIONE è quello di promuovere un rinnovato senso di responsabilità reciproca tra l’Amministrazione ed il cittadino per ciò che concerne la gestione e l’uso della Cosa Pubblica.

 

LE FOTO DEI GAZEBO